News   Pubblicato il 07 febbraio 2019

Ministero dell’Interno realizza l’obiettivo di passare da una cyber threat intelligence reattiva ad un approccio proattivo, con il supporto di EclecticIQ e DeepCyber.

Ministero dell’Interno realizza l’obiettivo di passare da una cyber threat intelligence reattiva ad un approccio proattivo, con il supporto di EclecticIQ e DeepCyber.

DeepCyber, in partnership con EclecticIQ, uno dei maggiori player nella cyber threat intelligence in ambito internazionale, è lieta di presentare i risultati del case study realizzato nel corso dello scorso anno presso il Ministero dell’Interno.

Stefano Plantemoli, Security Manager (Civil Department), Dipartimento per le Politiche del personale dell’amministrazione civile e per le Risorse strumentali e finanziarie del Ministero dell’Interno, ha dichiarato: "Con EclecticIQ e DeepCyber, abbiamo fatto un enorme passo in avanti in appena un anno. Ora possiamo mostrare il valore dell'intelligence sulle minacce fornendo approfondimenti più avanzati. Passare dalla difesa cibernetica reattiva a quella proattiva ci consente di implementare una strategia più appropriata ed efficace".

Per leggere il PDF con la descrizione completa del Case Study cliccare sul seguente link.